La Banca dei BRICS sarà lanciata a Mosca il 7 luglio


“Il mondo unipolare, dominato dal dollaro del secondo dopoguerra sta tramontando. Il sistema di Bretton Woods sta venendo meno”

La Banca del BRICS sarà lanciato a Mosca il 7 luglio, ha detto il vice ministro delle Finanze russo, Sergei Storchak, citato da TASS .

“Stiamo preparando la prima riunione del Consiglio direttivo. Ci aspettiamo che si terrà il 7 luglio a Mosca, il che significa il lancio ufficiale della banca”, ha annunciato al Forum economico di San Pietroburgo.

Una Banca dei BRICS – alternativa al FMI per consentire alle nazioni di essere sempre meno dipendenti dalla moneta di riserva mondiale – era stata originariamente discussa al vertice BRICS nel 2012. Al Vertice del 2014 il quadro di riferimento per la Banca BRICS è stato approvato come “un sistema di misure che aiuti a prevenire molestie nei confronti di paesi che non sono d’accordo con le decisioni di politica estera da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati”. Nel corso del VI summit dei Paesi BRICS a Fortaleza, in Brasile, i capi di stato e di governo di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica hanno annunciato la creazione della Banca BRICS, articolata nella New Development Bank(o NDB) e in un fondo di riserva monetaria chiamato Accordo sui Fondi di Riserva (Contingent Reserve Arrangement, CRA). De facto, i BRICS prendono le distanze dal Fondo monetario internazionale e dalla Banca Mondiale, istituzioni nate 70 anni fa nell’orbita del dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d’America.

Come vi scrivevamo qualche giorno fa, “il mondo unipolare, dominato dal dollaro del secondo dopoguerra sta tramontando. A guidare la spinta verso il multipolarismo e la de-dollarizzazione sono, secondo il blog americano Zero Hedge, una Russia risorgente e la Cina, la superpotenza nascente.

La fine dell’ordine mondiale di Bretton Woods è sempre più evidente e si concretizza soprattutto nel lancio della banca BRICS e la Banca d’Investimento per le infrastrutture asiatiche, AIIB. Queste nuove strutture rappresentano un allontanamento dalle istituzioni multilaterali dominate dagli Stati Uniti e la loro stessa esistenza suggerisce che un mancato adattamento alle realtà economiche e l’incapacità o mancanza di volontà di soddisfare le esigenze del mondo moderno potrebbero presto condurre istituzioni come il Fondo monetario internazionale all’irrilevanza.

Se la scomparsa dell’ordine economico sovranazionale esistente vi sembra improbabile, prosegue ZH, o se la sua caduta appare quanto meno prematura, prendete in considerazione i recenti avvenimenti.

Mentre gli Stati Uniti ostacolano gli sforzi per riformare il Fondo monetario internazionale e dare ai paesi membri una rappresentanza che è commisurata al loro potere economico, e mentre il Fondo stesso battibecca con l’Ue sugli aiuti alla Grecia, la banca BRICS ha offerto alla Grecia un posto al suo interno.

E per coloro che hanno dimenticato chi sono i BRICS, a parte una sigla creata da un ex banchiere di Goldman, ecco un promemoria dei paesi nei quali vivono 3 miliardi di persone.


Fonte: Lantidiplomatoco

 

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...