Ecco chi pagherà il conto della riforma del Catasto

Chi tocca il mattone muore, o per lo meno rischia di farsi molto male, deve aver pensato il governo accantonando per il momento la temutissima riforma del Catasto, che i più pessimisti temono finirà col rappresentare l’ennesima spremitura per i contribuenti italiani.

The Walking Debt

Chi tocca il mattone muore, o per lo meno rischia di farsi molto male, deve aver pensato il governo accantonando per il momento la temutissima riforma del Catasto, che i più pessimisti temono finirà col rappresentare l’ennesima spremitura per i contribuenti italiani.

Già, perché dietro l’anodina formula “invarianza di gettito”, con la quale le autorità provano a rassicurare gli spaventati ascoltatori, possono nascondersi rilevanti aspetti redistributivi, come mostra con chiarezza la vicenda Imu-Tasi.

Per apprezzare tale circostanza, è assai utile riportare un’analisi contenuta nell’ultima relazione annuale di Bankitalia che ci dice alcune cose sulla tanto contestata tassazione degli immobili.

Questo grafico è stato elaborato lavorando su un campione di 5.800 famiglie proprietarie di casa. Ricordo che le imposte sull’immobile si calcolano sul valore catastale.

La prima informazione è che col passaggio dall’Imu alla Tasi l’aliquota effettiva del prelievo è passata dal 2,3 per mille all’1,9. Sicché si è registrata una diminuzione.Ma il…

View original post 295 altre parole

Annunci

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...