DONALD TUSK: E’ COME ALLA VIGILIA DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, REGNO UNITO ITALIA POLONIA E UNGHERIA PERICOLO PER LA UE

DONALD TUSK: E' COME ALLA VIGILIA DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, REGNO UNITO ITALIA POLONIA E UNGHERIA PERICOLO PER LA UE

 

BRUXELLES – Il presidente del Consiglio europeo, il polacco Donald Tusk, riferisce il quotidiano britannico The Independent, ha avvertito che il negoziato tra l’Unione Europea e il Regno Unito e’ “molto fragile”, mentre si intensificano gli sforzi diplomatici per cercare di arrivare a un accordo al vertice di Bruxelles della prossima settimana. Ma il clima è di forte pessimismo.

Tusk – scrive l’Indipendent – teme che l’ondata migratoria verso l’Europa possa avvantaggiare il fronte della Brexit: “La crisi migratoria e’ il peggior contesto politico per il referendum Brexit. Non ho dubbi. E’ troppo facile incolpare l’Ue. Sono sicuro che sia l’arma migliore a disposizione degli euroscettici”, ha detto.

Tusk ha provato a difendere la bozza di accordo con Cameron definendola “una proposta equilibrata e concreta”, ma ha aggiunto che “il processo politico e’ molto fragile”.

Il presidente del Consiglio europeo ha cancellato altri impegni per concentrarsi sugli ultimi colloqui coi leader dei paesi membri: incontrera’, tra gli altri, il presidente della Francia, Hollande che ha già fatto sapere di non volere un accordo con il Regno Unito “a tutti i costi” e poi con la cancelliera della Germania, Angela Merkel, che a sua volta avra’ anche un incontro col premier britannico, Cameron, e quindi con il primo ministro della Grecia, Tsipras; il presidente della Romania, Iohannis, e il primo ministro della Repubblica Ceca, Sobotka.

Sia la Romania che la Repubblica Ceca hanno già espresso la loro forte contrarietà ai contenuti della bozza d’intesa con la Gran Bretagna: rifiutano l’idea che per 4 anni i “migranti” interni alla Ue non possano avere accesso a sanità e welfare inglesi, se non a pagamento, e anche il diritto rivendicato dal Regno Unito di bloccare l’arrivo per ragioni di lavoro di cittadini Ue, se il numero viene giudicato eccessivo.

Ma la dichiarazione più “forte” di Tusk è stata un’altra.

Tusk, riferisce questa volta  il quotidiano conservatore per eccellenza, il Times, ha anche paragonato il momento attuale ai giorni immediatamente precedenti la Prima guerra mondiale e ha espresso la preoccupazione che altri leader degli Stati membri possano adottare la “tattica del referendum” di Cameron per i loro “scopi egoistici”. Non ha fatto nomi ma, secondo fonti diplomatiche, il “modello” lanciato dal premier di Londra potrebbe essere seguito da Italia, Polonia e Ungheria.

Una vera e propria bomba.

Redazione Milano

http://www.ilnord.it

Advertisements

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...