La Processione della Pace in Ucraina continua, benché aggredita dai neonazi.

La Processione della Pace in Ucraina continua, benché aggredita dai neonazi.

Continua in tutta l’Ucraina la processione per la Pace, nel silenzio assordante dei media occidentali.   Decine di migliaia di  ucraini attraversano il paese, aggrediti dai neonazisti d i Kiev pagati dagli americani. Nel silenzio di tutti i media.

La processione della croce in Ucraina potrebbe innescare il rovesciamento di Poroshenko
di Rostislav Ishchenko

L’autore è presidente del Centro di analisi e previsione dei sistemi. Un tempo era un prominente diplomatico e analista politico ucraino, ed è stato costretto a emigrare a causa del colpo di stato del Majdan.

I preparativi per il rovesciamento di Petro Poroshenko sono in pieno svolgimento a Kiev. La svogliata campagna politica che sul tema delle elezioni legislative anticipate non ha fatto progressi per gli ultimi sei mesi, si è congelata in manifestazioni naziste del battaglione “Azov”, mentre i sindacati sono scontenti della caduta improvvisa del tenore di vita.

L’esplosione dell’auto di Aljona Pritula, con l’assassinio del giornalista Pavel Sheremet, ha innescato una campagna mediatica con la segnalazione che la polizia stava “illegalmente tenendo sotto controllo” il giornalista…

Un attacco alla processione della croce per la pace, organizzata dalla Chiesa ortodossa ucraina del patriarcato di Mosca, potrebbe provocare rivolte di strada guidate dai nazisti. Le due sezioni della processione della croce sono dirette a Kiev da diverse direzioni – dal monastero di Svjatogorsk a est e dal monastero di Pochaev da ovest.

 

 

Gli oppositori del governo di Kiev credono che la processione della croce potrebbe raccogliere fino a un milione e messo di persone per le strade di Kiev. Anche se questa cifra è esagerata, decine o addirittura centinaia di migliaia di ortodossi anti-fasсisti che protestano contro la guerra sono la legale alternativa politica al regime che ha cercato di evitare le alternative vietando il docile Partito Comunista ucraino, chiudendo i media di opposizione e aumentando le repressioni nei confronti degli antifascisti attivi.

Poroshenko può ancora cercare di utilizzare la carta ortodossa sostenendo iniziative di pace, utilizzando la processione della croce come copertura contro i radicali e cercando di opporli al resto della società. Ma i radicali nazionalisti non possono permettere alla loro alternativa organizzata di apparire nello spazio politico ufficiale.

I tentativi di proteggere la processione della croce con l’aiuto della sicurezza nazionale porterà a una scissione, dal momento che molti membri della polizia hanno finora sostenuto i nazisti, e dopo due anni di purghe sono diventati la maggioranza. Inoltre, gli scontri tra i nazisti e la sicurezza nazionale (eventualmente con l’uso di armi) indeboliranno il regime. Non importa chi vinca in questo confronto, il regime perderà, perché ha bisogno di entrambe le parti.

Infine, è possibile che il tentativo di Poroshenko di difendere i “popi di Mosca” dai “patrioti” verrà utilizzato come prova del suo “tradimento”. A questo punto, la rabbia anti-ortodossa dei nazisti di strada sarà facilmente canalizzata verso il presidente.

Petro Poroshenko è odiato dalla popolazione perché gli standard di vita sono in calo, dai nazisti perché è un magnate e figlio di un ebreo, dai suoi colleghi oligarchi perché controlla ancora ciò che resta delle risorse finanziarie del paese.

Appena due anni dopo le “elezioni presidenziali” il suo gradimento oscilla tra il due e il cinque per cento. Il prossimo presidente ucraino potrebbe non essere essere eletto, per non parlare del fatto che l’Ucraina non sarà in grado di contare su una legittimazione internazionale del prossimo “eroe del popolo” che rimuoverà il “tiranno sanguinario”.

Il rovesciamento di Poroshenko segnalerà il trasferimento del crollo dell’Ucraina dalla fase latente, in cui le regioni dell’Ucraina stanno cercando di ignorare Kiev, a quella attiva.

Post scriptum: Al momento della pubblicazione si è saputo che il Ministero degli Interni ha bloccato l’ingresso a Kiev della processione della croce. Allo stesso tempo, è stato notato che il presidente Poroshenko, il ministro degli interni Avakov e il sinda

Advertisements

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...