Internet: si scrive cyberbullismo, ma si legge norma ammazza web

Guardsforangels

cyberbullismo-tag-cloud.png

Sei anni di carcere per i cittadini, i blogger e le testate che pubblichino anche una sola informazione in grado di violare le nuove norme. Il bavaglio è servito

Chissà perchè scelgono di presentare Leggi per nulla conformi alla democrazia sempre nei periodi feriali o festivi, forse perchè la democrazia non è conforme al loro di “bullismo”?

Che la politica non sia conforme alle sue origini storiche che vogliono che, chi si interessa di politica, sia un cittadino onesto che ha a cuore i problemi del Popolo e ne cura gli interessi nazionali e internazionali, ma come si riscontra ormai da decenni, il politico oltre curare i propri interessi e della sua famiglia, non fa sforzo alcuno per curare gli interessi di chi è chiamato a gestire, visto che come politici sono meri amministratori del bene comune e niente altro, assistiamo invece e questo in modo sempre più evidente, su come questi soggetti politici, pagati dalla società che dovrebbero con “onore” gestire, peraltro con stipendi mensili che in media il cittadino comune prende in un intero anno lavorativo e come se ciò non bastasse loro, non disdegnano poi intrallazzi con qualsiasi altra entità (vedi lobby) che può far lievitare il loro conto personale, il tutto a danno della stessa società che si barcamena per arrivare a fine mese.

La legge che si apprestano a varare inutile dirlo, è la solita legge porcata volta al fine di difenderci da una parte insignificante della società alla quale basterebbe dare una buona dose di buona educazione e che proprio per la mancanza di educazione da parte delle famiglie di appartenza e da una parte l’insegnamento di “educazione civica” da parte dello Stato nelle aule scolastiche, si permette a ragazzini viziati e ineducati, di fare e creare azioni di prevalicazione nei confronti dei più deboli e indifesi, che proprio per il loro stato in essere, dovrebbero essere quelli tutelati dai componenti di governo e dello Stato a cui appartengono, i quali si azionano neanche a dirlo, proprio come gli attuali politici in un bullismo senza fine. Questo avviene proprio grazie a governo e Stato assenti, cosi, come seggetti civici che non hanno senso alcuno dello Stato, non trovano di meglio che lavarsene le mani emanando leggi che nulla hanno a che fare con il problema, ma che in compenso mettendo le mani avanti (noi la Legge l’abbiamo fatta) si mettono al sicuro con appositi cavilli inseriti nella Legge, su qualsiasi azione volta più a difendere se stessi che l’intera società dal bullismo, società che peraltro non ha dato loro delega alcuna non essendo stati votati ma imposti dalle segreterie di partito, tradendo cosi la Nazione in campo internazionale e ancor più la Popolazione in quello Nazionale, nella depravazione e prevalicazione totale di qualsivoglia stato in essere, di che è già di per se una persona spregevole e prevalicatrice.

Inutile aggiungere, che se le Nazioni non avessero inutili politici a governarle, oggi come oggi non ci troveremmo certo nella trappola europea nella quale senza invito né consenso ci hanno assogettati, relegandoci per questo lo stato non di sudditi badate bene, ma a quello di soggetti rapiti e rapinati.

A voi l’articolo informativo tratto dal ilFattoQuotidiano che anticipa la fine del web come lo conosciamo e che determinerà senza alcun dubbio, la fine di blog come il nostro, visto che non avrà senso denunciare fatti e misfatti, se non si potrà più fare i nomi di chi li compie col rischio di farsi 6 anni di carcere per informare chi non sa.

La Legge come la politica non ammette ignoranza impossibile non notare però, che con omessa informazione la Legge quanto la politica, campano di prepotenza sulla medesima ignoranza.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/04/internet-si-legge-cyberbullismo-ma-si-chiama-norma-ammazza-web/2955438/

♪ EVVIVA IL COMUNISMO DELLA LIBERTA’ ♫

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Internet: si scrive cyberbullismo, ma si legge norma ammazza web

  1. Pingback: Stanno per toglierci la libertà di espressione su internet,con la nuova legge ammazza web si va in galera | Misteri e Controinformazione - Newsbella

  2. Pingback: Internet: si scrive cyberbullismo, ma si legge norma ammazza web | Guard for Angels

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...