Col “perdono all’aborto”, El Papa autorizza la persecuzione dei medici obiettori.

Col "perdono all'aborto", El Papa autorizza la persecuzione dei medici obiettori.

Aborto, il perdono del Papa”, titola il Corriere. Ma che dico? Tutte le prime pagine dei giornali, tutte le aperture dei radio-giornali e delle tv sono per lui ed esultano con lui a grandi strilli: El Papa che ha depenalizzato l’aborto.  Perché così l’hanno voluta intendere i media. “Il via libera all’aborto facile: tanto poi basta una bella confessione e tutto è a posto”.   Lo ha tolto dai “valori non negoziabili”.  Adesso,  è negoziabile.

Ora, vi dico subito quale sarà l’effetto di questo ennesimo atto di infinita miserikordia, malvagia e furbissima, di El Bergoglio: la persecuzione dei medici obiettori.   Corre  già da mesi sui media una campagna strisciante  contro  di loro. Una  campagna che si è valsa di falsità  mediatiche evidenti, come quando a ottobre i giornali e tv strillarono che una donna era morta a Catania perché il medico si era rifiutato  di estrarle il feto  perché obiettore: “Finchè è vivo non faccio niente”, avrebbe detto ….Solo che l’indagine ha mostrato la completa infondatezza di questa  circostanza. Pura invenzione di un gruppuscolo abortista e radicale locale.

Pura  propaganda di regime. Del regime di totalitarismo della dissoluzione in cui viviamo, e  che ha fretta di disconoscere il diritto delle coscienze che si rifiutano di uccidere: come? L’aborto è legale, e loro disobbediscono a una “legge  dello Stato” rifiutandosi di praticarlo.  Già insinuano apertamente: non  obiettano per motivi morali, ma “per fare carriera”, per qualche motivo abietto, che “lo Stato” dovrà pur scoprire e smascherare – frugando in quelle coscienze,  per vedere cosa nascondono. La coscienza non è più inviolabile e insindacabile.

Da oggi, il totalitarismo avrà un’arma decisiva contro questi medici: Ma come osate? In nome di  quale “morale” volete sottrarvi al dovere verso lo Stato? Il Papa ha sdoganato l’aborto, lo ha “spostato nello scaffale più basso”, e voi invece  vi intestardite? Lui ha miserikordia e voi no! Non sarete mica tradizionalisti, conservatori! Trumpiani, magari!  Lasciatevi frugare nella coscienza. Obbedite alla legge dello Stato, altrimenti – licenziati dal servizio sanitario nazionale.  Niente più stipendio.

Naturalmente, è umano, molti cederanno. Non ci sarà che un piccolo  gruppo che non potrà più “né vendere né comprare”   perché non ha il marchio della Bestia. Non facciano conto sulla miserikordia di El Papa: non l’ha usata per gli ottocento Francescani dell’Immacolata, non l’ha usata per padre Manelli – a proposito: persino la giustizia civile lo ha assolto dalle calunnie che gli hanno sparato addosso gli ecclesiastici avversari, come mai non viene reintegrato nei suoi diritti divini e sacerdotali? – non ha alcuna misericordia coi preti che i suoi vescovi progressisti disincardinano e lasciano privi di ogni sussistenza. Questa è la misericordia  di El Papa.

Padre Mnelli. I media l'hanno trattato così. Invece lodano El Papa.
Padre Manelli assolto. I media l’hanno trattato così. Invece lodano El Papa.

Peraltro, a spese di queste anime mediche,  Bergoglio ha attuato una mossa astuta, da quel consumato demagogo  sovversivo che è, volto a rafforzare il suo potere rivoluzionario: i media sono tutti con lui   contro i “conservatori”, contro “i legalisti che pongono condizioni alla misericordia” – in chiaro, nella guerra che scatena contro i quattro cardinali che gli hanno chiesto di chiarire i passi dubbi della  sua pseudo-enciclica Amoris Laetitia, con un sì o un no, e non avendo avuto risposta, hanno reso pubblico il loro dissenso.  Con un certo coraggio, dal momento che El Papa è vendicativo, ed usa i poteri che ha dentro al Chiesa gerarchica come un dittatore staliniano: “senza alcun limite legale”.  Come quei dittatori , pensa che siccome il diritto  “mette limiti alla misericordia”, ha abolito il diritto nella Chiesa: chi è perseguitato non ha più una istanza cui appellarsi per avere giustizia, per provare la sua innocenza.

Per la Scaraffia,  con questo degradazione dell’aborto  da gravissimo peccato ad infrazione, “la chiesa smette di essere una agenzia   dispensatrice di norme e diventa una madre che accoglie i peccatori reduci da tante sofferenze”.

Come se la Chiesa dei duemila anni precedenti non avesse mai accolto i peccatori. La Chiesa dispensatrice di norme ha convertito miliardi di esseri umani al Cristo, ha generato decine di milioni di anime sante. La Chiesa “tutta misericordia” di Bergoglio  toglie diritti, si allea al totalitarismo per perseguitare i medici  che hanno una coscienza.  Confermando la sua riduzione a strumento dello stato totalitario globale in fieri.

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...