BENJAMIN FULFORD: Oggi Veteranstoday è stato bloccato dalla US Homeland Security nella pubblicazione dei report dalla Syria.

BENJAMIN FULFORD: Oggi Veteranstoday è stato bloccato dalla US Homeland Security nella pubblicazione dei report dalla Syria.

Trump ordina di eliminare il sito di Veterans Today 

I server di VT sono stati hackerati dal Cyber Command della US Army , da Fort Huachuca.

Gordon Duff

Fonti ai massimi livelli della comunità di intelligence degli Stati Uniti hanno avvertito il presidente di Veterans che Trump con alcuni membri della sua squadra tra cui il Generale McMaster, ha ordinato di oscurare Veterans Today.

Il sito di Veterans Today è stato sottoposto ad attacchi con virus altamente dannosi dalla cosiddetta ‘sicurezza nazionale‘ per quasi 12 ore.

Abbiamo molto altro da dire. Ora siamo ufficialmente nemici dei gangster che hanno preso il controllo degli apparati militari e di sicurezza degli Stati Uniti. Auguriamoci la buona fortuna, perché è la sola cosa che ci è rimasta.

BENJAMIN FULFORD: Veteranstoday è stato bloccato dalla US Homeland Securitynella pubblicazione del report di seguito, mi hanno chiesto di pubblicarlo.

Non sono d’accordo con tutto ciò che Gordon Duff dice o scrive, ma questo rapporto è basato su fatti attendibili, l’informativa mi è stata inviata dalla località [di guerra] e deve essere ampiamente diffusa nel mondo.

http://benjaminfulford.typepad.com/benjaminfulford/

Sa Defenza coglie l’occasione per solidarizzare con Veterans Today per il duro attacco subito dai bifolchi al governo negli USA, anche l’Europa e l’Italia non sono immuni da questi attacchi per disinformare i popoli, infatti,  si stanno attuando politiche per censurare e bloccare la libertà di informazione delle tante voci alternative nella rete, che sono una valida alternativa alla comunicativa propaganda Mainstream delle élite globaliste. Rivendichiamo il diritto di attingere ai siti della vera informazione, ovunque nel mondo, di cui VT è un baluardo delle poche voci libere, e in prima persona entra nel mezzo di luoghi pericolosi di combattimento per riferirci cose nascoste dai loro Media, e riporta la verità in campo con i suoi eccellenti report.

http://sadefenza.blogspot.it/2017/04/benjamin-fulford-oggi-veteranstoday-e.html

Fort Huachuca il luogo da dove sono partiti gli attacchi hacker a VT durati 12 ore

La spiacevole verità dietro il recente attacco del gas siriano.

Gordon Duff, e Nahed al Husaini, da Damasco

Veterans Today ha inviato una squadra a Idlib passando dalla Turchia e poi a Damasco, attraverso le linee dei ribelli, per darvi questo rapporto. Anche se il rapporto non è completo, si delinea la situazione reale “sul campo” a Khan Sheikhoun, cosa è realmente accaduto e cosa sta accadendo ora. Questo non è stato fatto senza un notevole rischio, come parte del processo, VT è stato violato dal Cyber Command della US Army  e sottoposto ad una lettera di Sicurezza Nazionale dal DHS che ha minacciato di non farci più pubblicare, che stiamo ovviamente ignorando.

Il racconto di seguito non è conveniente per noi, perlomeno non ciò che la Russia e Siria stanno dicendo, che è la semplice la verità.

Cominciamo:
I piani per l’attacco di aprile 2017, Khan Sheikhoun, una città nota perché ospita un centro di comando di al Nusra, tutto è iniziato circa due settimane fa. Il comitato per pianificare l’attacco è stato coordinato a terra da Idlib da Amir Abou al Baraa al Sheshani di al Nusra e il comando di intelligence dell’esercito turco, che ha sede a Khan Sheikhoun, comandato dal colonnello Osmon Ozon.

Sheshani (nella foto a sx) torna in vita  ancora una volta.

Ci sono state molte accuse sull’assasinio di Abu Bakr Sheshani, ben due volte nel 2016. Possiamo confermare che sta coordinando le forze di al Nusra e concertato tra FSA / militari turchi nella provincia di Idlib.

Abbiamo ricevuto due versione della storia a Idlib, una da un funzionario dell’intelligence turca … e un altro da un comandante di al Nusra.

Riportiamo ciascuna:
L’ufficiale turco sostiene che questo è stato un attacco pianificato, con ordini da Ankara.

Il nostro informatore di al Nusra dice che il gas fuoriuscito si tratta di un “incidente” . Può essere che un attacco di qualche tipo abbia danneggiando i contenitori, ma noi non ne siamo sicuri. Pubblicheremo quello che troviamo.

La logistica e la pianificazione dell’attacco sono stati fatti dal colonnello Ozon e coordinati con la  Fondazione dei Caschi Bianchi e al Nusra in comune con i turchi e sostenuta dal gruppo Free Syrian Army. Sul posto sono stati portati i rappresentanti dei media di al Jazeera, un  gruppo dei media dal Qatar che accogliente con i ribelli, di cui è responsabile del finanziamento e l’attacco, mentre Reuters “incorpora” nel contenitore quanto girato dai caschi bianchi nelle scene video sia dentro la Siria che presso degli studi in Egitto.

Il 31 marzo, 2017, due camion Renault 4 × 4 pick-up grigi, sono arrivati nel quartiere Saraquib dove ci sono gli uffici del’intelligence turca e al Nusra.

I camion pick-up erano grigi metallizzati, ma simili a questa foto sopra con targa turca hanno scaricato un carico di gas di cloro, immagazzinato in cilindri. Questo è ciò che è stato utilizzato durante l’attacco, non Sarin.

Questo è ciò che sappiamo, di cui siamo in grado di sostenere con testimonianze credibili. Non possiamo collegare ciò che è accaduto con la CIA o a chiunque altro, vi diamo quello che abbiamo. Ma abbiamo di più, quindi continuiamo, come abbiamo intervistato i nostri investigatori nella hall della Dama Rose Hotel a Damasco, dove abbiamo “uffici” VT, francamente si trovano nella hall dove c’è un WiFi affidabile l’energia elettrica per la maggior parte del tempo. Qui siamo venuti a conoscenza di un imminente attacco, anche grazie all’attacco di Trump, stanno progettando una replica. Cominciamo:

Vi abbiamo messo in guardia prima dell’attacco del gas messo in scena e ora lo vedremo di nuovo. C’è una troupe cinematografica al Jazeera per l’incontro con la Fondazione dei Caschi Bianchi. Hanno iniziato la ripresa delle scene, utilizzando macchine in mezzo al fumo, attori che corrono avanti e indietro, scene di tiro e sparatorie. 

Questo attacco rappresenta un bombardamento da parte della Siria Air Force con fosforo bianco, non sarin, non gas di cloro.

Quando siamo partiti, la squadra del film era impegnata a Saraqib, sembrava un equipaggio per girare le riprese di un film di un episodio di “Homeland for the Israelis.”

La frode dei Media come  chiave per gli attacchi

Una nuova grinza sulla storia, andiamo sul posto con Russia Today.
Normalmente, ci si aspetta che i media statali russi riproducano un’idea che il svilisca il coinvolgimento, del governo di Damasco, negli attacchi chimici.

Noi tutti ricordiamo le affermazioni degli attacchi con gas ad Aleppo,  delle fosse comuni, che sparavano sui civili, una volta che Aleppo è stata ripresa da Damasco e aperta alla stampa mondiale, il tutto è stato rapidamente smentito.

Il video … è stato fatto dallo stesso team che ha lavorato con i Caschi Bianchi nell’attacco di gas a Khan Shiekhoun, che ha messo in scena l’attacco nel mese di agosto 2016, quella che gli Stati Uniti ha riconosciuto come falsi e a cui non è riuscito a rispondere Obama e la Casa Bianca.

E’ stata la sua familiarità con la falsità dei caschi bianchi e la loro presunta relazione con Hillary Clinton e l’organizzazione di Soros che ha portato Trump a sostenere Assad, in un primo luogo. Steve Bannon, alto consigliere di Trump, recentemente rimosso dal Consiglio di sicurezza nazionale, aveva usato i Caschi Bianchi come un esempio della ipocrisia di Obama e Clinton.

RT è  Infiltrata

Perché Russia Today ha in Medio Oriente il capo dell’ufficio che nostre fonti ci dicono sia del Mossad di Israele? Questa è Paula Slier le cui trasmissioni diffondono notizie brutalmente distorte, è ora confutata dagli eventi sul terreno, è stata determinante nel formare la base dell’attacco degli Stati Uniti contro la Siria nel mese di aprile 2017.

Tuttavia Slier, che lavora per il governo russo come corrispondente, è evidente che propaganda a favore dell’altra parte? Questo non è affatto raro che i media russi, siano infiltrati è sono parte del problema, di tali “Fake News” negli Stati Uniti e in Europa. Da Wikpedia:

Slier è ebrea. I suoi nonni olandesi e molti altri membri della famiglia sono stati uccisi nella Shoah. [4]

Ciò che è meno noto è l’infiltrazione dei media  di comunicazione russa da nemici politici di Putin. Il video che presenteremo in seguito, e prendiamo un momento per guardare, è al di là curiosa. Si tratta una relazione di Russia Today che, ancora una volta hanno solo Caschi Bianchi nella scena video, che la Russia normalmente afferma siano falsi come fosse una cosa naturale, RT trasmette da Damasco e Trump ha portato il suo attacco missilistico.

Si noti prima che l’attacco di Aleppo fosse menzionato, questa volta i gas di cloro sono stato gettati da un elicottero. Si tratta delle riprese di un presunto attacco aereo durante la notte di un cacciabombardiere ma è qualcosa d’altro che vi sia il video di un elicottero che getta gas velenoso è abbastanza stupido.

Poi di nuovo, la vera follia di RT quando si rivolge a un corrispondente basato a Tel Aviv per riferire sulla Siria, un corrispondente ovviamente in mezzo al campo nemico, che rendiconta sul media di stato finanziato e gestito dai russi [BFulford commenta: Duff ci sei arrivato solo adesso a scoprire che Russia Today è un fronte del Mossad] ..

Oggi ci sono notizie su un centro di comando in fase di realizzazione tra Hezbollah, l’Iran, la Siria e la Russia, ma non ci sono rapporti sui media russi, non certo diRussia Today o Sputnik. Queste omissioni hanno allarmato sia la Siria che l’Iran.

Da Press TV, Teheran:


La chiave della gestione di queste campagne, di terrorismo sotto falsa bandiera (Flase Flag), spingono il mondo sull’orlo di una guerra nucleare, è pieno di complicità da parte di tutti i media, non solo in America o il famigerato “Guardian” in Gran Bretagna, ma anche media russi . Le organizzazioni dei media si difendono dagli attacchi come in ogni Stato nazionale, la difesa, che richiede una capacità di contro-intelligence pochi o nessuno l’hanno, forse, Veterans Today.

VT mantiene agenti infiltrati in giro come fossero animali domestici, e molti ne sono a conoscenza. Come ama dire il redattore di VT, il colonnello Jim Hanke, ex capo dei servizi segreti dell’esercito terzo della NATO:

Ci annoiamo

Qualora il sistema americano fallisse miseramente il più si evince dal modo in cui i media hanno trattato il Rep. Tulsi Gabbard delle Hawaii, l’unico membro del Congresso che dubita pubblicamente della versione dei fatti che il “regime” di Washington sta promuovendo.

Speriamo che Tulsi venga a sapere che lo abbiamo rivendicato.

Annunci

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a BENJAMIN FULFORD: Oggi Veteranstoday è stato bloccato dalla US Homeland Security nella pubblicazione dei report dalla Syria.

  1. Pingback: Auguriamoci la buona fortuna.. | L'impero cadente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...