Olio di cocco – Ecco cosa c’è da sapere su questo incredibile olio ringiovanente e curativo

Olio di cocco – Ecco cosa c’è da sapere su questo incredibile olio ringiovanente e curativo

Aurora Geib
naturalnews.com/
Sa Defenza 


 

L’olio di cocco ha proprietà antimicrobiche, antiossidanti, antifungine e antibatteriche. Ed è utile in circa un milione di modi diversi. I benefici per la salute dell’olio di cocco sono ampiamente conosciuti nei paesi tropicali ed è divenuto popolare negli Stati Uniti fino agli anni ’70 quando poi le aziende olearie da mais e soia hanno cominciato a fare affermazioni che l’olio di cocco è dannoso per il corpo perché è un alto tasso di grassi saturi. Lo è stato fino a quando circa dieci anni fa,  persone hanno cominciarono a mettere in discussione le affermazioni di quelle aziende, così l’olio di cocco ha fatto il suo ritorno… popolare… 

Kristin Bishop

L’olio di cocco è un olio nutrizionale popolare derivato dalla polpa delle noci di cocco mature. La noce di cocco è da tempo una fonte primaria di cibo in tutto il tropico. Le sue varie applicazioni industriali e cosmetiche lo hanno reso una merce molto valida. L’olio di cocco è stabile al caldo, rendendolo adatto per la cottura a temperature elevate. È lento a ossidarsi, resiste all’irrancidimento e ha una durata di circa due anni o più; la crema vergine di cocco creata attraverso un processo di fresatura a umido ha una durata di vita indefinita.

Vedi NaturalNews InfoGraphic sull’olio di cocco
Http://www.naturalnews.com/Infographic-Benefits-of-Coconut-Oil.html

La composizione dell’olio di cocco

La noce di cocco possiede una grande varietà di benefici per la salute a causa del suo contenuto di fibre e nutrizionali, ma è l’olio che la rende una notevole fonte di cibo e medicina. Ha sicuramente guadagnato la sua reputazione come l’olio più sano al mondo, nonostante il fatto che il suo elevato contenuto di grassi saturi fosse una volta dichiarato, falsamente, malsano.

Cosa rende l’olio di cocco diverso?

Gli oli e grassi sono composti da molecole note come acidi grassi. Sono classificati secondo la saturazione o sulla base della lunghezza molecolare e della dimensione della catena di carbonioall’interno di ciascun acido grasso. I grassi monoinsaturi e i grassi polinsaturi sono un esempio della prima classe.

La seconda classificazione è basata sulla dimensione molecolare o sulla lunghezza della catena di carbonio dell’acido grasso. Catene lunghe di atomi di carbonio sono costituiti da ciascun acido grasso con un atomo di idrogeno collegato. Ci sono acidi grassi a catena conosciuti come SCFA, acidi grassi a media catena (MCFA) come l’olio di cocco e acidi grassi a catena lunga (LCFA). Se sono insaturi o saturi, la maggior parte dei grassi e degli oli nella nostra dieta sono costituiti da acidi grassi a catena lunga. Infatti, la maggior parte degli acidi grassi comunemente consumati sono LCFA.

L’olio di cocco è prevalentemente acido grasso a media catena (MCFA) e gli effetti del MCFA in olio di cocco sono distintamente diversi dal LCFA trovato in altri alimenti. Infatti i grassi saturi e insaturi nel latte, nelle uova, nella carne e persino nelle piante e negli oli vegetali sono costituiti da LCFA. Perché questo è pertinente? È importante perché i nostri corpi rispondono e metabolizzano diversamente l’acido grasso. È il MCFA trovato nell’olio di cocco che lo rende speciale perché questi acidi grassi non hanno un effetto negativo sul colesteroloIn realtà, sono noti per abbassare il rischio di malattie cardiache e aterosclerosi. Ci sono poche fonti alimentari di MCFA e una delle migliori fonti di gran lunga è l’olio di cocco.

La vescica e la cistifellea non necessitano di digerire e emulsionare MCFA, con conseguente energia istantanea, un aumento del tasso metabolico e successivamente più produzione di calore, nonché una maggiore circolazione. Chiunque abbia una digestione di grasso ridotta o una cistifellea rimossa beneficeranno dell’olio di cocco perché questo olio è facilmente digerito.
Http://www.naturalnews.com/022313_fat_oil_coconut.html )

Sono noti per abbassare il rischio di malattie cardiache e aterosclerosi. Ci sono poche fonti alimentari di MCFA e una delle migliori fonti di gran lunga è l’olio di cocco. La vescica e la cistifellea non necessitano di digerire e emulsionare MCFA, con conseguente energia istantanea, un aumento del tasso metabolico e successivamente più produzione di calore, nonché una maggiore circolazione. Chiunque abbia una digestione di grasso ridotta o una cistifellea rimossa beneficeranno dell’olio di cocco perché questo olio è facilmente digerito.
Http://www.naturalnews.com/022313_fat_oil_coconut.html )

Un aumento del tasso metabolico e successivamente una maggiore produzione di calore, nonché una maggiore circolazione. Chiunque abbia una digestione di grasso ridotta o una cistifellea rimossa beneficeranno dell’olio di cocco perché questo olio è facilmente digerito.
( Http://www.naturalnews.com/022313_fat_oil_coconut.html )

Acido laurico

L’olio di cocco ha molti benefici per la salute attribuiti alla presenza di acido laurico. Quando è presente nel corpo, l’acido laurico viene convertito in monolaurinun composto che è altamente tossico per i virus, i batteri, i funghi e altri microrganismi a causa della sua capacità di disturbare le loro membrane lipidiche e di distruggerle virtualmente.

Monolaurin è efficace per il trattamento di candida albicans, infezioni da funghi e piede dell’atletaEsso riguarda anche le infezioni batteriche e virus come il morbillo, l’influenza, l’epatite C e persino l’HIV. Infatti, i ricercatori delle Filippine stanno studiando l’efficacia dell’acido laurico contro l’HIV / AIDS a causa delle sue forti proprietà anti-virali. Inoltre, l’acido laurico non è tossico, rendendolo un’alternativa migliore ai farmaci moderni che sono tipicamente prescritti per i virus, nonché le infezioni fungine e batteriche.

Senza l’acido laurico, il monolaurin non può essere prodotto dal corpo. Il latte materno è l’unica altra fonte di acido laurico, che  spiega dei minori incidenti da infezioni dei bambini allattati al seno. È stato inoltre osservato che il consumo regolare di olio di cocco aumenta l’immunità e riduce gli incidenti di contrarre malattie.
Http://www.naturalnews.com )

I benefici per la salute dell’olio di cocco

Cura dei capelli – Gli acidi grassi unici nell’olio di cocco hanno una piccola struttura molecolare e passano liberamente nella membrana cellulare dei capelli, permettendo all’olio di penetrare nell’albero dei capelli; Questo porta letteralmente il condizionamento profondo dall’interno rispetto ad altri condizionatori che funzionano dall’esterno.

Massaggiando l’olio nel cuoio capelluto può offrire sollievo dalla forfora. La forfora è causata da una pelle secca o da una condizione fungina interna che ha raggiunto il cuoio capelluto. Con l’uso regolare, l’olio di cocco può uccidere il fungo ed eliminare le forme di forfora. Per il condizionamento profondo dei capelli, un cucchiaino o due sui capelli umidi rimasti per il più a lungo  tempo possibile può dare una brillantezza ultra-bella. Lasciatelo  una notte intera e vedrete che risultati sorprendenti. ( Http://www.naturalnews.com/029120_coconut_oil_hair_conditioner.  )

Cura della pelle – L’olio di cocco è un eccellente condizionatore della pelle che contiene trigliceridi a media catena, grassi naturali che penetrano profondamente, idratano e agiscono come barriera protettiva contro i danni causati dall’ambiente e dai radicali liberi. L’olio fornisce anche protezione solare mediante screening del 20 per cento dell’esposizione ultravioletta.

L’olio di cocco è ricco di antiossidanti e ricca di informazioni microbica naturale e agenti antibatterici acidi caprilico e caprico . La sua capacità di lisciare la pelle mentre infonde antiossidanti lo rende un idratante anti-invecchiamento perfetto. Inoltre, contiene vitamina E, un altro antiossidante popolare per accelerare il recupero di abrasioni cutanee, ustioni e altri traumi.
Http: //www.naturalnews. Com )

Perdita di peso – Gli acidi grassi a media catena trovati nell’olio di cocco possono accelerare il metabolismo più velocemente degli acidi grassi a catena lunga perché sono facilmente digeriti e convertiti in energia. Infatti, uno studio ha riportato che gli acidi grassi a media catena sono tre volte più efficaci nell’aumentare il metabolismo degli acidi grassi a catena lunga, portando i ricercatori a concludere che una perdita di peso efficace può essere raggiunta sostituendo gli acidi grassi a catena lunga con grassi a media catena acidi.
Http://www.naturalnews.com/026808_oil_coconut.html )

Rimedio naturale per la polmonite – In uno studio presentato davanti a The American College of Chest Physicians il 29 ottobre 2008, l’olio di cocco è stato scoperto che offre ai pazienti di polmonite un più rapido e più completo sollievo dai sintomi. Questo potrebbe essere uno sviluppo benvenuto per molti, in quanto ciò significa un ridotto soggiorno in ospedale, minori spese mediche e una minore esposizione per il paziente all’ambiente ospedaliero. Inoltre, è un’aggiunta poco costosa agli antibiotici tradizionali e non ha effetti collaterali noti.
( Http://www.naturalnews.com/025038_coconut_child_oil.html )

Riduce il rischio di diabete, malattie cardiache e migliora i livelli di colesterolo – In uno studio su soggetti femminili che vanno dai 20 ai 40 anni, metà dei soggetti sono state istruite a prendere un supplemento di olio di soia da 30 ml mentre l’altra metà è stata incaricata di prendere un supplemento di olio di cocco da 30 ml mantenendo moderatamente l’esercizio fisico durante un periodo di 12 settimane. I risultati dello studio hanno mostrato che anche se entrambi i gruppi di donne avevano una diminuzione dell’indice di massa corporea (BMI) Solo le donne che  prendevano l’olio di cocco hanno mostrato un notevole recesso nella circonferenza della vita, riducendo significativamente il rischio di condizioni come il diabete di tipo II e le malattie cardiache.

Inoltre, lo studio ha anche dimostrato che i soggetti che hanno sperimentato un miglioramento del loro profilo di colesterolo insieme a livelli più elevati di HDL e un maggiore rapporto HDL: LDL sono quelli che prendono olio di cocco. Coloro che prendono l’olio di soia non hanno ricevuto gli stessi benefici, ma hanno di riflesso un più alto colesterolo totale, nonché un più alto livello di colesterolo LDL, un basso livello di colesterolo HDL e un basso rapporto HDL: LDL. ( Http://www.naturalnews.com/026547_oil_coconut. Html )

Assistenza della salute delle ossa e fatica cronica – La ricerca ha scoperto che l’olio di cocco previene l’osteoporosi perché aiuta nell’assorbimento nutritivo dei minerali quali il calcio e il magnesio – importanti minerali che combattono l’osteoporosi.

Inoltre, gli acidi grassi a media catena nell’olio di cocco producono energia anziché il grasso corporeo, migliorando così il metabolismo e prevenendo la fatica. L’olio è anche stato dimostrato di distruggere gli organismi presenti nel corpo che sfiorano la sua forza e contribuiscono alla condizione di fatica.
Http://www.naturalnews.com/033718_food_miracles.html )

La malattia di Alzheimer – la dott.ssa Mary Newport, dopo aver fallito nel trattamento per la demenza del marito, ha scoperto che l’olio di cocco contiene un trigliceride naturale a catena media (MCT). La stessa sostanza è stata utilizzata in un processo farmacologico ove il marito non è riuscito a migliorare. Così, ha dato a suo marito 1 cucchiaio di olio di cocco due volte al giorno per un mese e mezzo e  ha visto evolversi un quasi completo recupero.
( Http://www.naturalnews.com )

Altri – benefici sanitari menzionati in precedenza, i seguenti benefici per la salute sono stati attribuiti all’utilizzo benefico dell’olio di cocco:

• Protegge contro il cancro e l’HIV e altre malattie infettive
• Uccide batteri e parassiti come la tenia e la fascia epatica
• Facilita il reflusso acido,
• Aiuta la corretta funzione dell’intestino
• Riduce l’incidenza di emorroidi
• Guarisce e allevia problemi intestinali
• Rilassa il mal d’orecchi

• Tratta  i sintomi legati dell’ingrossamento della prostata
• Rafforza il fegato e protegge contro la degenerazione
• Riduce l’incidenza di crisi epilettiche
• Riduce l’infiammazione articolare e muscolare
• Attenua le neuropatie e  il prurito da diabete.

Http://www.naturalnews.com/036028_coconu_oil_health_solutions.html )

Quale quantità di olio deve essere assunta per godere dei suoi benefici?

Secondo i ricercatori, un adulto dovrebbe consumarne circa 3  cucchiai di olio di cocco giornaliero: un importo pari al MCFA che un neonato avrebbe ricevuto in un giorno. I benefici dell’olio di cocco sono derivati ​​dal valore nutrizionale degli acidi grassi a media catena (MCFA) e il miglior confronto in termini di percentuale di MCFA consumato in una dieta è nel latte materno umano. Per coloro che non sono abituati ad avere l’olio di cocco nella loro dieta, è meglio iniziare con una quantità minore e vedere come il corpo reagisce prima di seguire l’importo raccomandato.

L’olio di cocco ha effetti collaterali negativi?

L’olio di cocco non ha effetti collaterali noti. Tuttavia, se sei abituato ad una dieta a basso contenuto di grassi, una reazione avversa comune è la diarrea. Probabilmente non è consigliabile iniziare subito con una grande quantità. La diffusione dell’ammontare consigliato nel corso di un giorno e la costruzione di una dose più elevata possono aiutare a evitare effetti indesiderati.

Nei paesi che producono cocco, è considerato utile per le donne in gravidanza e durante l’allattamento di assumere dell’olio di cocco; gli Occidentali che utilizzano una dieta a bassa percentuale di grassi, tuttavia, sono avvertiti di non sperimentare l’olio di cocco durante la gravidanza se il corpo non è abituato. Se stai consumando regolarmente l’olio di cocco senza reazioni avverse, non c’è motivo di interrompere il consumo.

http://sadefenza.blogspot.it/2017/07/olio-di-cocco-ecco-cosa-ce-da-sapere-su.html

Fonti:

Foale, M. (2003). The Coconut Odyssey the bounteous possibilities of the tree of life. Asian Centre for International Agricultural Research. Retrieved June 1, 2012 from http://aciar.gov.au/files/node/453/mono101.pdf
http://www.coconutresearchcenter.org/
http://www.organicfacts.net
http://www.tropicaltraditions.com/faq.htm
The health benefits of coconut oil. (n.d.). Bioriginal Food and Science Corp. Retrieved on June 4, 2012 from http://www.bioriginal.com
http://www.qualityfirst.on.ca/FAQ%27s.htm

Annunci

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...