Rettiliani Mutaforma nei Naga Indiani

Rettiliani Mutaforma nei Naga Indiani

Rettiliani Mutaforma nei Naga Indiani. Di Arjun Walia.

Gli extraterrestri e gli UFO sono un argomento molto caldo in questo momento e lo sono stati da molto tempo, soprattutto negli ultimi anni. Perché?

Parzialmente perché è la natura umana che tende sempre a riflettere sull’ignoto e sul mistero, ma è anche in gran parte dovuto al fatto che centinaia di insiders di alto rango di tutto il mondo con credenziali verificate, sono venuti avanti condividendo le loro storie e le loro esperienze su intelligenze extraterrestri che stanno visitando il pianeta Terra.

I whistleblowers spaziano dai professori, dagli astronauti della NASA, fino a personaggi militari, politici, e altri ancora.

Non solo, a corredo di queste testimonianze, migliaia di documenti relativi all’argomento UFO / extraterrestri sono stati declassificati da decine di governi.

Gli UFO non sono più un tema marginale, e anche se negli ultimi anni non ci sono molte informazioni ufficiali, sempre più prove stanno emergendo alla superficie mentre ci muoviamo nel 2017 e oltre.

Altri hanno incontrato gli alieni grigi, o alieni dall’aspetto umano, ma con pelle diversa, quasi azzurra, fino agli extraterrestri di tipo rettile.

Il fattore chiave da ricordare qui è che non tutte queste interazioni sono con veri ET, alcune sono semplicemente messe in scena dai militari statunitensi.

Conoscere la verità su chi sta facendo cosa può essere molto complicato.

La Penitenza di Arjuna - Mamallapuram, Tamil Nadu

rettiliani-mutaforma-naga-la-penitenza-di-arjuna.jpg

I Naga

Si dice che i NAGA siano una razza di esseri di tipo rettile non umani.

Si trovano nella letteratura di molte culture antiche di tutto il mondo, soprattutto nell’antico Jainismo, nell’Induismo e nella Mitologia.

Sono stati considerati esseri semi-divini, metà umani e metà rettili, che possono assumere una forma completa di serpente oppure una forma completamente umana.

Secondo le leggende, questi esseri abitavano sottoterra e all’interno della Terra, in grandi regni. Sono stati considerati sia benevoli che amichevoli nei confronti degli esseri umani, ma anche potenzialmente pericolosi.

rettiliani-mutaforma-maya-indiani-egiziani.jpg

Anka

Messaggio da Rettiliana della Luce

Nel buddhismo, i Naga sono spesso rappresentati come guardiani delle porte o, come nel Tibet, divinità minori.

Il Re dei Naga, Muccalinda, che ha dato rifugio al Buddha dalla pioggia per sette giorni mentre era in profonda meditazione, è splendidamente descritto tra il 9° e il 13° secolo in quei territori che oggi sono la Thailandia e la Cambogia.

Nel Jainismo il Tirthankara (il Salvatore) Parshvanatha è sempre mostrato con una copertura di cappucci naga sopra la testa.

I Naga sono stati considerati anche come protettori del Buddha e del Dharma, e qualcuno come David Ike persino afferma che erano già presenti alla nascita di Buddha, nonostante il fatto che siano ancora considerati pericolosi, specialmente quando sono arrabbiati.

Secondo l’Enciclopedia Britannica:

I naga femminili (nagini o nagi) sono principesse serpente di straordinaria bellezza.

Le dinastie dei Manipur nell’India nordorientale, i Pallavas nell’India meridionale e la famiglia dominante di Funan nell’antica Indocina,  tutte dichiarano la loro origine dall’unione di un essere umano e di una nagi.

Un esempio in cui i Naga vengono citati in un’ antica scrittura proviene dal Mahabharata, dove il Buddha ha effettivamente protetto i Naga da un attacco da parte di esseri metà umani e metà uccelli chiamati Garuda.

Secondo Barbara O’Brien, giornalista e studiosa del Buddhismo Zen:

“In una leggenda del buddismo tibetano, una volta un grande Lama di nome Sakya Yeshe e i suoi assistenti stavano tornando in Tibet dalla Cina.

 

Portavano con loro inestimabili copie di documenti chiamati sutra donati dall’Imperatore.

 

In qualche modo i preziosi testi caddero in un fiume e furono perduti senza alcuna speranza.

 

I viaggiatori continuarono il  viaggio verso il loro monastero …

 

Quando arrivarono, appresero che un vecchio era stato lì e aveva consegnato alcuni sutra al monastero di Sakya Yeshe.

 

Erano proprio i doni dell’Imperatore, ancora leggermente umidi ma intatti. Il vecchio uomo apparentemente era un Naga travestito.

naga-muccalinda.jpg

Barbara O’Brien continua a dare più esempi:

“Nella Muccalinda Sutta (Khuddaka Nikaya, Udana 2.1), il Buddha stava seduto in profonda meditazione mentre una tempesta si stava avvicinando.

 

Un re Naga chiamato Muccalinda distese il suo grande cappello di cobra sopra il Buddha per proteggerlo dalla pioggia e dal freddo.

 

Nella Himavanta Sutta (Samyutta Nikaya 46.1) il Buddha parla dei Nagas in una sua parabola.

 

I Nagas dipendono dalle montagne dell’Himalaya per conservare la loro forza, ha detto. Quando sono abbastanza forti, scendono in piccoli laghi e ruscelli, poi in laghi e fiumi più grandi, e infine nel grande oceano.

 

Nel mare raggiungono grandezza e prosperità. Allo stesso modo, i monaci dipendono dalle virtù sviluppate attraverso i Sette Fattori dell’ Illuminazione (consapevolezza, indagine, energia, felicità, tranquillità, concentrazione, equanimità) per raggiungere la grandezza delle qualità mentali”.

Questa è una foto di William Tompkins e dell’Ammiraglio Larry Marsh.

Da adolescente, Tompkins aveva un occhio particolare per i dettagli e amava creare modelli di navi e sottomarini. La Marina si è interessata a queste sue straordinarie capacità e lo ha reclutato per farlo lavorare su progetti tecnologici molto avanzati.

Recentemente, Tompkins ha rilasciato varie dichiarazioni, come molti altri addetti ai lavori, che rivelano informazioni sui programmi clandestini dei bilanci neri.

 

Tompkins ha sempre parlato di esseri rettiliani nei suoi ultimi anni di vita.

Di seguito il video di un’intervista con il dottor Michael E. Salla, Ph.D., uno studioso riconosciuto a livello internazionale in politica internazionale, risoluzione dei conflitti e politica estera statunitense.

È un pioniere nello sviluppo dell’Esopolitica.

È interessante che la leggenda suggerisce che questi esseri potrebbero trasformarsi in forma umana, perché oggi molte persone credono che alcuni politici di alto rango e tutte le famiglie reali abbiano legami di sangue con questi esseri e li considerano effettivamente dei mutaforma.

Icke è stato uno dei pionieri che ci ha risvegliati al fatto che l’umanità è stata manipolata per diventare “inconsapevole”, attraverso l’uso della programmazione mentale da parte dei media e della politica, il controllo tirannico sul nostro cibo, l’ acqua e la qualità dell’aria, la lotta contro la nostra intelligenza a base di farmaci e alcool, e la lista potrebbe continuare.

Secondo Icke, c’è una linea di sangue che è stata strategicamente mantenuta intatta da secoli.

Il Burkes Peerage and Baronetage, una risorsa completa di genealogie aristocratiche, rivela che tutti i 44 presidenti statunitensi appartenevano alle linee di sangue reali europee nel corso della storia.

Ciò include Bill Clinton, la famiglia Bush, Barack Obama, John Kerry e così via.

Ma se viviamo veramente in un sistema democratico, come è che ogni persona diventata presidente era di origine regale francese o europea?

 rettiliani-linee-di-sangue.jpg

Linee di Sangue

Quali sono le possibilità di tutto questo mistero, considerando che gli Stati Uniti hanno combattuto per la loro indipendenza dall’ Europa nel 1700?

Il Burkes Peerage suggerisce fortemente che le elezioni non siano mai state realmente basate su un sistema di voto popolare, ma piuttosto si basano sulla più alta percentuale di geni regali di queste particolari linee di sangue.

Per rendere le cose ancor più peculiari c’è il fatto strano che Brad Pitt, Madonna, Marilyn Monroe e Tom Hanks (alcune delle più grandi stelle di Hollywood) anche loro discendono da questa linea.

Cosa potrebbe significare tutto questo?

Secondo Icke ed altri ricercatori, esistono esseri multidimensionali di tipo rettile che i globalisti adorano che provengono dalle costellazioni di Orione, Sirio e del Drago.

Migliaia di anni fa, gli esseri rettili arrivarono sul pianeta Terra e cominciarono a ibridarsi con gli esseri umani. Non fisicamente, però, ma attraverso la manipolazione del genoma umano, il DNA.

Icke afferma che non è una coincidenza che gli esseri umani abbiano una genetica rettile di base all’interno del proprio cervello (cervello antico o rettiliano).

Icke si riferisce ad un versetto della Bibbia, che suggerisce l’ibridazione tra gli uomini e gli “dèi”.

“In quei giorni c’erano i giganti sulla terra; e anche dopo, quando i figli di Dio si unirono alle figlie degli uomini, e queste diedero loro dei figli,  questi divennero gli uomini forti dell’antichità, i famosi, gli eroi “. (Genesi, 6: 4)

 

cervello-rettiliano.jpg
Cervello Rettiliano

Cervello Rettiliano

Rettiliani Mutaforma nei Naga Indiani

Icke si riferisce ad un versetto della Bibbia, che suggerisce l’ibridazione tra gli uomini e gli “dèi”.

“In quei giorni c’erano i giganti sulla terra; e anche dopo, quando i figli di Dio si unirono alle figlie degli uomini, e queste diedero loro dei figli,  questi divennero gli uomini forti dell’antichità, i famosi, gli eroi “. (Genesi, 6: 4)

Icke non è l’unico.

Icke racconta, nei suoi seminari, delle sue discussioni con Credo Mutwa, uno sciamano Zulu del Sudafrica che gli ha raccontato delle leggende africane sui Chitauri, i rettili come “dei” che salivano dai cieli in navi mostruose che bruciavano nell’atmosfera. Questi cosiddetti dèi divennero i dittatori del popolo, togliendo potenzialità e ogni potere alla razza umana.

 credo-mutwa.jpg
Credo Mutwa

Credo Mutwa

Rettiliani Mutaforma nei Naga Indiani

“Un’altra cosa che la nostra gente dice è che i Chitauri incombevano su di noi come avvoltoi.

A volte rapivano alcuni di noi. Li riempivano di grande rabbia e grande ambizione.

E trasformavano queste persone che avevano rapito in grandi guerrieri che facevano guerre terribili. Ma, alla fine, i Chitauri non permettevano mai a questi grandi capi, questi grandi guerrieri e re, di morire in pace. I capi, i re e i guerrieri venivano usati per fare sempre più guerre, per uccidere molti loro simili che chiamavano nemici, e poi, alla fine, il capo, il re e il guerriero morivano di una morte orribile, mentre il loro sangue veniva versato per altri”.

Sono “negativi”, “cattivi”?

Inevitabilmente questa domanda si presenta sempre durante una tale discussione.

E qui si trova uno dei fattori più importanti del nostro tempo che dobbiamo ricordare quando si tratta di tutte le persone, gli ET e i gruppi in generale: non possiamo guardare niente o nessuno come generalmente “cattivo” o “negativo”. Non si tratta di questo.

Anche i cabalisti che fanno quello che fanno non dovrebbero essere oggetto di vendetta né guardati da una prospettiva negativa su ciò che hanno fatto, stanno facendo e chi combattono.

Ad ogni modo, qui si tratta di un’unica cosa: il cambiamento di coscienza.

C’è un grande bisogno di giustizia quando si parla delle azioni della Cabala e questo in realtà sta a noi come consideriamo tale giustizia.

Esponendo ciò che sta succedendo, il mondo saprà cosa hanno fatto queste anime, così saranno esposte, affronteranno le emozioni del popolo e così via.

Ma dobbiamo proprio buttarli in una cella 2×3 per dire che giustizia è fatta?

Questa potrebbe essere una soluzione, ma anche qualcosa di primitivo che in realtà non risolverebbe nulla.

La gente dovrà decidere da un punto di vista non guidato dall’odio, che crea solo più guerre e problemi.

Cosa succede invece se ci chiediamo: come possiamo aiutare queste persone?

Come possiamo isolarli in modo sicuro per un periodo di tempo, ma anche assisterli?

Queste sono le difficili questioni che la maggior parte delle persone non vogliono affrontare perché sono guidate dalle emozioni e dai sentimenti di rabbia e di vendetta, ma siamo pur sempre  una società in evoluzione e una civiltà.

Una visione del mondo fondata sul giudizio e sull’odio verso certe cose o persone non è una società civilizzata.

Annunci

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...