Trump Jr: non  ricordo di aver discusso di Russia con mio padre

Trump Jr: non  ricordo di aver discusso di Russia con mio padre

MARY CLARE JALONICK, ERIC TUCKER e CHAD DAY
Associated Press •
 625ad15a568749bb9b53758bac58be27.jpg
In questa foto del 17 aprile 2017, Donald Trump Jr., figlio del presidente Donald Trump, parla ai media sul South Lawn della Casa Bianca a Washington. Donald Trump Jr. ha detto al comitato giudiziario del Senato che non pensava che ci fosse qualcosa di sbagliato nell’incontrare un avvocato russo che raccontava delle illegalità di Hillary Clinton nel 2016. Questo è secondo le trascrizioni l’intervista rilasciata alla commissione all’inizio di quest’anno. (AP Photo / Carolyn Kaster)
Di Più

WASHINGTON (AP) – Donald Trump Jr. ha detto alla Commissione giudiziaria del Senato l’anno scorso che non ricordava di aver discusso dell’inchiesta della Russia con suo padre e ha affermato di non pensare che ci fosse qualcosa di sbagliato nell’incontrare un avvocato russo alla Trump Tower prima delle elezioni presidenziali del 2016, secondo le trascrizioni rilasciate mercoledì dalla sua intervista al panel.

Il comitato ha pubblicato oltre 1.800 pagine di trascrizioni di interviste con il figlio di Trump e altri che hanno partecipato a una riunione del 9 giugno 2016 in cui si aspettavano di ricevere notizie sull’avversario di Trump, il democratico Hillary Clinton.

Trump Jr. ha deviato diverse domande durante l’intervista, dicendo che non riusciva a ricordare se avesse discusso della sonda russa con suo padre e se avesse parlato con suo padre il giorno in cui la riunione era stata organizzata.

Alla domanda se pensasse che sarebbe stato un problema prendere una riunione fatturata a lui come parte di uno sforzo del governo russo per aiutare suo padre, Trump Jr. ha detto di no.

“Non pensavo che ascoltare qualcuno con informazioni rilevanti per l’idoneità e il carattere di un candidato presidenziale sarebbe stato un problema, no”.

L’incontro è sotto scrutinio nell’indagine Russel del consigliere speciale Robert Mueller, e almeno uno dei partecipanti ha fornito la testimonianza di un gran giurì a Washington.

Oltre a Trump Jr., il comitato ha intervistato altre quattro persone che hanno partecipato alla riunione della Trump Tower di New York – il pubblicista Rob Goldstone, che ha organizzato l’incontro con la promessa di sporcizia su Clinton; Rinat Akhmetshin, un importante lobbista russo-americano; Ike Kaveladze, un socio in affari di uno sviluppatore con sede a Mosca e un traduttore.

Il comitato non ha intervistato Natalia Veselnitskaya, l’avvocato russo al centro dell’incontro. Ma la commissione ha rilasciato le sue risposte scritte a una lettera che il presidente della magistratura del Senato Chuck Grassley, R-Iowa, le ha mandato l’anno scorso.

Il panel non è stato in grado di intervistare Jared Kushner, genero di Trump, o Paul Manafort, ex manager della campagna di Trump, anche se entrambi hanno partecipato.

Il comitato ha anche pubblicato una pagina di note che Manafort ha preso durante l’incontro.

Le sue note menzionano “l’adozione russa da parte delle famiglie americane” e Bill Browder, un cittadino britannico che ha guidato una legge statunitense sulle sanzioni, nota come il Magnitsky Act, che si rivolge ai funzionari russi per violazioni dei diritti umani. Le note relativamente criptiche contengono anche un riferimento a “sponsor attivi di RNC”, “legato a Cheney” e sembrano fare riferimento a società offshore a Cipro.

Mueller ha portato diverse accuse non correlate contro Manafort, compresa la cospirazione contro il riciclaggio di denaro sporco, dichiarazioni false e la funzione di un agente straniero non registrato legato al lavoro politico ucraino.

Il consulente speciale sta indagando sull’intromissione russa, sia che la campagna di Trump sia stata coinvolta sia che sia possibile ostruire la giustizia. L’incontro, e la risposta iniziale dell’amministrazione alle segnalazioni, sono stati uno degli obiettivi principali della ricerca.

La Casa Bianca ha detto che il presidente è stato coinvolto nella stesura di una dichiarazione iniziale dopo che le notizie dell’incontro si sono interrotte lo scorso anno. La dichiarazione afferma che l’incontro riguardava principalmente un programma di adozione russo, anche se Trump Jr. in seguito pubblicò le e-mail che mostravano di essere d’accordo sul sit-down dopo che gli avevano promesso informazioni su Clinton. Le e-mail mostrano anche che ha accettato l’incontro nonostante sia stato descritto come parte di uno sforzo del governo russo per aiutare la campagna di suo padre.

Interrogato nell’intervista se suo padre è stato coinvolto nella stesura della dichiarazione, Trump ha dichiarato: “Non lo so, non ho mai parlato con mio padre a riguardo”.

Le trascrizioni forniscono una cronologia dei giorni che precedono la riunione, nonché i dubbi personali sull’opportunità di un incontro con un avvocato russo con una campagna presidenziale degli Stati Uniti.

Il giornalista musicale Rob Goldstone, che ha organizzato l’incontro su richiesta del cantante pop Emin Agalarov, ha detto che pensava che l’incontro fosse una “cattiva idea”.

“Ho creduto che fosse una cattiva idea e che non dovremmo farlo, e ho dato la ragione per cui ero un pubblicista di musica, non sapevo nulla di questo”, ha detto Goldstone, aggiungendo che nemmeno Emin Agalarov né suo padre, Aras.

Agalarov si era unito ai Trump durante lo spettacolo Miss Universo del 2013 a Mosca.

Come Trump Jr. e Kushner, che ha rilasciato una dichiarazione pubblica sulla riunione dello scorso anno, Goldstone ha detto che l’incontro è stato deludente. Ha detto di aver riferito a Emin Agalarov che “questa è stata la cosa più imbarazzante che mi abbia mai chiesto di fare. Mi sono appena seduto in un incontro sull’adozione”.

 

sadefenza.wordpress.com/2018/05/16/trump-jr-non-ricordo-di-aver-discusso-di-russia-con-mio-padre/

 Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli
Annunci

Informazioni su vaturu

I am a sardinian patriot
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...